Written by Carlo Incarbone   

L'ANTILINGUA

 

 

parole dette per
non dire
quello che si ha paura di dire

 

 

 

Nel '93 esce un libriccino di sole 130 pagine, ma preziosissimo: si tratta del DIZIONARIO dell'ANTILINGUA, di PierGiorgio Liverani (Ediz. ARES, Milano), uno strumento indispensabile per 'disintossicarsi' dall'Anti-Cultura dominante, almeno in fatto di aborto e contraccezione.

In pratica, decine e decine di mistificazioni di vario tipo vengono smontate una ad una, e ci si rende conto di quanta falsità è stata adoperata per portare le masse ad accettare certe mostruose 'modernità'.

Ci sono però molti altri, insospettabili termini che si sono aggiunti, negli anni successivi al lavoro citato.
Eccone qualche esempio:

  • Pre-Embrione: un inutile 'distinguo' introdotto ad arte, visto che (come si può verificare su qualsiasi enciclopedia) il termine 'embrione' si riferisce ai primi 2 mesi di vita, a partire dal concepimento; in realtà fior di scienziati hanno cominciato a parlare di pre-embrioni… pur di giustificare un minor 'rispetto' dell'essere umano nelle sue prime giornate di vita e rendere quindi 'accettabile' qualsiasi tipo di sperimentazione, manipolazione, eliminazione (v. 'pillola del giorno dopo').

  • Ovuli ed Ovociti (errore ormai pubblicato ovunque): al posto del termine corretto di Embrione.  E' chiaro che è psicologicamente più 'neutro' e tranquillizzante spiegare che la spirale, per fare un esempio, impedisce l'annidamento in utero di uno stupidissimo 'ovocita'.