Written by Carlo Incarbone   

Maturità e

cattivi esempi

lettera a: Avvenire (pubblicata il 12-Lug-97)

in rosso le parti non pubblicate

titolo originale:

Docenti ...indecenti

Da una mia ex-allieva 'sotto esame' (maturità scientifica), vengo a sapere che durante lo scritto di matematica una mia collega, membro interno della commissione esaminatrice, ha tranquillamente distribuito suggerimenti alla sua classe creando ovviamente indubbio squilibrio a svantaggio degli altri maturandi.

Sono cose che, nel Bel Paese, succedono ogni giorno, ma non per questo vanno accettate come inevitabili.
Mi chiedo, infatti, quale professionalità abbia dimostrato la collega in questione, quale prova di senso civico ed educazione alla legalità abbia fornito alla classe 'aiutata', ed infine
(visto che si tratta di persona credente e, mi sembra di ricordare, impegnata nel volontariato) QUALE ESEMPIO di ONESTA' e MORALITA' abbia proposto agli alunni stessi col suo operato.

Mi chiedo infine se verrà mai il giorno in cui la finiremo di vedere chi 'si arrangia' come la giusta normalità e chi fa le cose correttamente come un'inflessibile 'carogna': sarà il giorno in cui questo nostro Paese diventerà veramente europeo.

Ringraziando dell'attenzione, vi prego, in caso di pubblicazione, di non riportare il mio nominativo, per ovvi motivi di riservatezza.


lettera firmata.