Written by Carlo Incarbone   

Più attenzione alla Scienza

lettera ad: AVVENIRE (pubblicata il 21-Mag-99)

in rosso le parti non pubblicate

titolo originale:


Finiamola con certi 'complessi' !!

Egregio Direttore,

leggo su «Avvenire» di sabato 9 maggio l'ennesima disquisizione sulla validità o meno della teoria evoluzionistica darwiniana, ovvero l'ennesima occasione per passare per quelli che prendono magari per «vere» le immagini allegoriche della Bibbia.

Ebbene, io penso che (almeno ai livelli 'culturali' del nostro quotidiano) sarebbe meglio evitare atteggiamenti inutilmente critici sulle teorie scientifiche in contrasto con Adamo ed Eva o la creazione in sette giorni: si rischia solo il ridicolo, oltre che alimentare quella diffidenza cattolica in fatto di scienza spesso foriera di vere e proprie figuracce nei confronti del mondo laico.
Un esempio per tutti: nel liceo dove insegno (Matematica e Fisica) ho saputo di un'allieva che, dopo aver dimostrato di non aver studiato a dovere la teoria dell'evoluzione, si è giustificata dicendo che... «come credente» la riteneva indegna della propria attenzione: bella 'testimonianza', agli occhi della maggioranza secolarizzata sia dei compagni che degli insegnanti !

Nella dilagante ignoranza in fatto di Scienza (cosa che comunque ci accomuna perfettamente ai Laici, con buona pace loro) quello che non si riesce a capire è che la «miracolosità» della Creazione non sta in «effetti speciali» tipo bacchetta-magica: è invece portentoso il fatto che materia e leggi fisiche elementari siano state, dall'inizio, «pensate» in maniera tale da poter permettere (anche semplicemente a partire da «brodi primordiali») combinazioni molecolari in grado di portare in meno di 2 miliardi di anni ad una creatura pensante e cosciente.

Con l'occasione, quindi, ribadisco* che la mancanza di una pagina scientifica su «Avvenire» è cosa non di poco conto: finiamola con la nostra diffidenza nei confronti di una scienza che, in realtà, non fa che offrire occasioni di stupore ed ammirazione per il creato.
E ribadisco* anche la mia proposta di intitolare provocatoriamente tale pagina «Galileo», visto che un altro, ingiustificato «complesso» dei cattolici è quello del supposto «granchio» preso dalla Chiesa con la teoria eliocentrica: andiamoci a vedere cosa dice Messori in PENSARE la STORIA (pag. 382 e segg.) invece di subire, con la coda fra le gambe, certe roboanti accuse al riguardo.

Ringraziandola dell'attenzione, spero che queste righe siano servite a qualcosa di serio (cioè -- mi perdoni l'insistenza -- a convincerLa finalmente della necessità della suddetta pagina), altrimenti… pazienza: Avvenire rimarrà l'ennesimo esempio di scarsa confidenza del mondo cattolico con la Scienza.

This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it


RISPOSTA del Direttore, in coda alla lettera:

Le assicuro, caro Incarbone, che siamo impegnati per intensificare l'attenzione alle tematiche scientifiche nelle pagine di «Agorà».


*  Si allude ad una precedente lettera (la cui pubblicazione o meno non è stata accertata con sicurezza) del Nov-95, intitolata "Una PAGINA SCIENTIFICA anche su AVVENIRE?".