Written by Carlo Incarbone   

Piuttosto è ora di darsi una mossa

lettera a: Avvenire (pubblicata il 11-Mag-2oo6)
il Giornale (pubblicazione da verificare)
Libero (pubblicazione da verificare)
La STAMPA (pubblicazione da verificare)


in rosso le parti non pubblicate

titolo originale:


Scandalo DaVinci:


perché non si ricambia?

illustrissimi:

la campagna di boicottaggio promossa da Avvenire contro la versione cinematografica del Codice Da Vinci mi sa tanto di reazione tardiva con scarsa probabilità di successo: finirà che proprio le persone meno influenzabili si asterranno dalla visione, mentre le masse andranno ignare ad abbeverarsi di menzogne, come previsto.
Mi viene però in mente una cosa: perchè mistificazioni, dietrologie o semplicemente film di 'denuncia' devono sempre venire dalla stessa parte?  Perchè non si fa un bel film sul Sangue dei Vinti oppure qualche bel colossal sugli orrori staliniani o sulla sanguinarietà saracena?

Non mi dite che non si trovano produttori disposti a rischiare le stroncature 'sinistre',
perchè sia il Vaticano che il buon Berlusca non difettano di miliardi (di euro), giusto?
In fondo, il fatto che la cultura sia 'sinistramente' monopolizzata è dovuto anche ad una scarsezza di impegno e cimento dall'altra parte: sarebbe ora di darsi una mossa!


Carlo INCARBONE (www.INCArlo.subito.cc)