Written by Carlo Incarbone   

Crociata No-TAV

lettera a: Missioni Consolata (pubblicata nel num. di Mar-2oo6)
La STAMPA (pubblicazione da verificare)
il Giornale (pubblicazione da verificare)
Avvenire (pubblicazione da verificare)
Repubblica (pubblicazione da verificare)


illustrissimi:

su Missioni Consolata di questo mese c'è una frase, nel sottotitolo di un servizio 'NoTAV', che rende l'idea di quanto la ribellione nei confronti dell'Alta Velocità in Val di Susa abbia più le caratteristiche di una 'crociata' fatta per motivi di principio, che quella di un'opposizione ragionevole fondata su contenuti seri.

Si legge infatti, testuale, "un'opera che DISTRUGGERA' per SEMPRE un'INTERA VALLE", ovvero qualcosa che, in italiano, somiglia a quello che succederebbe se si facesse una diga ad Avigliana creando un bacino idrico che arriva fino a Bardonecchia, giusto?  L'esperienza mi insegna che chi 'farnetica' bisogna compatirlo, lasciarlo stare dov'è, sopportarne le inevitabili (si è visto) provocazioni ed attacchi verbali nonchè materiali ...ma non perdere tempo più di tanto e continuare per la propria strada.


Carlo INCARBONE